Language coach di vittorio storaro

vittorio storaro

Language Coach

(2009)

Language coach del Premio Oscar Vittorio Storaro

Una delle esperienze più straordinarie della mia vita è stata quella di essere la language coach di spagnolo del maestro cinematografico Vittorio Storaro.

Era il lontano ottobre del 2009.

In un sabato mattina come tanti altri, a Siviglia, arrivò una telefonata.

Era una voce femminile, si chiamava Alejandra, che mi chiedeva se ero disponibile a dar clases particulares al maestro della cinematografia Vittorio Storaro.

Ovviamente, dissi subito di sì.

Il colloquio

Avevo il colloquio con il maestro nel luogo più insolito per una linguista come me: il set cinematografico di Flamenco Flamenco, il film che stava girando con Carlos Saura a Siviglia, appunto.

Mi sentivo piccola come una formichina nel vedere tutte quelle telecamere, tutti quei computer, tutte quelle luci… E chiaramente il maestro dei maestri della luce al centro della scena.

il progetto

Non appena fatto il colloquio, interamente in spagnolo, mi sentivo piena di gioia.

Non mi sembrava vero di diventare l’insegnante privata di un premio Oscar.

Un vero premio Oscar.

E invece era proprio così. Dopo un litro e mezzo di caffè ed essermi sciacquata il viso due o tre volte con acqua ghiacchiata, mi resi conto che dovevo subito iniziare a stilare un programma, perché ci saremmo incontrati ogni sabato mattina, fino a dicembre.

arrivederci, maestro

Passarono i mesi, e come tutte le cose belle, anche questa giunse al termine.

Dire che è stata un’esperienza grandiosa, emozionante, formativa (forse più per me che per il maestro), di vita, esaltante, incredibile, coinvolgente è dir poco.

Grazie, maestro. Alla prossima lezione.